CDP Equity
Infrastrutture finanziarie

Euronext

  • Stato Attivo
  • CDP Equity Inizio investimento 29/04/2021
  • CDP Equity Dimensione investimento € 625 mln
  • CDP Equity Quota di partecipazione 7,3%
CDP Equity

Overview

Euronext gestisce sette mercati azionari europei (Amsterdam, Bruxelles, Dublino, Lisbona, Oslo, Parigi e Milano) con 1.870 società quotate per una capitalizzazione complessiva di € 5.100 mld. L’ingresso del Gruppo CDP in Euronext ha permesso di dar vita a un gruppo leader nel mercato dei capitali europeo. L’operazione si è realizzata dopo l’acquisizione da parte di Euronext dell’intera partecipazione di Borsa Italiana dal London Stock Exchange Group. Nello specifico l’intervento di CDP Equity è avvenuto con l’acquisizione del 7,3% di Euronext, tramite la sottoscrizione per € 491 mln di un primo aumento di capitale riservato e la partecipazione per € 134 mln a un secondo aumento di capitale, offerto in opzione a tutti gli azionisti – inclusa CDP Equity –, che si è impegnata a sottoscrivere pro quota, mantenendo così invariata la partecipazione.

Razionale

Oggi CDP Equity è il primo azionista di Euronext, con la stessa quota della omologa francese Caisse des Depots et Consignations (CDC). L’intervento è coerente con la mission del Gruppo CDP di sostenere le infrastrutture strategiche del Paese con una prospettiva di lungo termine. Borsa Italiana, infatti, è un’infrastruttura finanziaria essenziale, rappresentando il principale hub per la raccolta di capitale azionario e obbligazionario da parte delle imprese italiane.

Obiettivi

Oltre a generare sinergie, l’operazione ha l’obiettivo di portare significativi benefici ai risparmiatori e alle imprese italiane, soprattutto PMI, che potranno accedere a un unico pool di liquidità paneuropeo, aumentando la visibilità degli emittenti nazionali, anche grazie alla valorizzazione delle società MTS, Montetitoli, Cassa di Compensazione e Garanzia e della piattaforma Elite. Inoltre il Gruppo CDP favorirà la crescita dell’intera industria italiana dei servizi per l’intermediazione finanziaria e lo sviluppo di un’infrastruttura chiave per il rilancio imprenditoriale ed economico del Paese. A livello comunitario, l’operazione consentirà di rafforzare Euronext come uno dei leader europei nel mercato dei capitali che, grazie all’integrazione di sette listini europei, potrà rappresentare il primo nucleo della Capital Markets Union.